La bandiera del Regno prima di venire

ammainata dal torrino del Quirinale il 13 giugno del 1946

 

 

 

Discorso pronunciato alla radio dal Ministro della Real Casa Falcone Lucifero il 30 Maggio 1946 a chiusura della campagna per il referendum istituzionale

 

 

Esiliato ma presente, Articolo del Ministro Lucifero del 19/3/1983

 

Il retaggio del Re Umberto II agli Italiani, commemorazione del ministro Lucifero 26/4/1986

 

Invalidità del referendum istituzionale del 1946

Riflessioni del Ministro della Real Casa  Falcone Lucifero

Appendice al libro "Il Re dall'Esilio" Mursia 1978

 

 

 

I  Violazione della tregua istituzionale

II  L'ordine pubblico nel periodo del referendum

III  Atmosfera di intimidazione

IV  "La repubblica o il caos"

V  La scheda per il referendum

VI  Duplicazioni di certificati elettorali

VII  Romita si serve di formazioni partigiane

VIII  L'apparente tranquillità

IX  2.266.043 italiani furono esclusi dal voto

X  L'eventuale maggioranza repubblicana fu di soli 244.451 voti

XI  Romita manovra le elezioni amministrative

XII  Nel referendum Romita tiene segreti i risultati di 34112 sezioni

XIII  L'elevato numero di schede nulle (1.509.735)

XIV  Il governo parte in causa vorrebbe garantire il referendum

XV Colpo di stato

XVI Sovranità popolare e forma istituzionale dello stato.

 

 

S.M. il Re con il Ministro della Real Casa, Collare della SS Annunziata,  Marchese Falcone Lucifero.